SERVAGRI robot per l’agricoltura – vince il SUD che Innova

SERVAGRI robot per l’agricoltura – vince il SUD che Innova

GAL Eloro parteciperà a PSR SICILIA 2014-2020 grazie al progetto “SERVAGRI robot”, un robot per l’agricoltura. Un progetto nato grazie a un’idea presentato al concorso di idee d’innovazione per l’agricoltura del Sud, Sudinnova, in cui il 2° istituto d’istruzione superiore “Arangio Ruiz”, è stato tra i premiati tra le oltre cento proposte pervenute.

Il Progetto “SERVAGRI robot”, grazie all’integrazione di tecnologie di precisione e all’acquisizione in tempo reale di parametri importanti consente il monitoraggio continuo delle condizioni naturali di sviluppo delle colture, con la finalità di ridurre al minimo indispensabile l’intervento correttivo con antiparassitari e concimi chimici.  Il progetto “SERVAGRI Robot” è nato di una collaborazione tra l’ Istituto di Istruzione Superiore “A-Ruiz” di Augusta, il GAL Eloro, IRS Ingegneria Ricerca e Sistemi e G.I.S. Service.

Il robot SERVAGRI è capace di acquisire i parametri relativi all’umidità dell’aria, alla temperatura e alla presenza di CO2, oltre alla possibilità di georiferire le piante e/o i fusti arborei, restituendo la loro disposizione planimetrica grazie ad appositi sensori collocati sulla sua struttura, permettendo alle aziende un’automazione a costo zero.

Il progetto “SERVAGRI Robot” si propone, dunque, di offrire una vera e propria scheda tecnica del prodotto identificandone la provenienza, la genuinità, la qualità (anche in base alla quantità di pesticidi impiegati) fino alla geolocalizzazione della pianta di provenienza e si inserisce in un ambito in cui l’esperienza maturata dal GAL ELORO è riuscita a dimostrare la validità di un approccio fondato sul sostegno alla creazione e lo sviluppo di attività extra agricole, orientandole al completamento di filiere locali di qualità, anche valorizzando le reti di cooperazione transnazionale.

Il settore interessato dalle aree di competenza è caratterizzato da produzioni locali quali la mandorla, il vino, l’olio di qualità, oltre a quello ortofrutticolo che è stato oggetto di una iniziativa di animazione e raccordo di oltre 120 imprese locali con complessivi oltre 1.500 addetti, che hanno portato alla costituzione e all’ottenimento del riconoscimento formale di “Distretto Ortofrutticolo di Qualità Del Val di Noto (D.O.Q.V.N.)” di cui il GAL Eloro detiene la legale rappresentanza, nonché al ruolo di soggetto promotore e responsabile del distretto medesimo.

Per approfondimenti: Servagri Robot per l’agricoltura